Periodici

La stampa periodica livornese seguì precocemente la parabola di Garibaldi. Sin dal 1847 il "Corriere Livornese", testata della democrazia, pubblicò notizie intorno alle imprese del Nizzardo in America Latina, seguendone poi le vicende nel corso del 1848-49. Il biennio cruciale dell'unificazione, 1859-60, è segnato da un vivace accompagnamento dei periodici livornesi che parteciparono vivacemente anche al dibattito post-unitario, con Garibaldi spesso al centro dell'attenzione.
Alla mordace polemica anti moderata della stampa democratica e repubblicana, caratterizzata dalla forza espressiva della caricatura, faceva da contrappunto il periodico cattolico intransigente "L'Ingenuo", che giunse ad avallare le voci intorno alla morte precoce dell'eroe dei due mondi, sostituito ormai da un sosia: l'Italia unitaria e libera si fondava, dunque, su di una impostura.

Galleria

Visualizza le immagini a schermo intero:

legenda Al giudizio finale

legenda Il Papa che crea cavalieri

legenda Lo Scoglio 8 Febbraio 1868

legenda Il Corriere Livornese n.216, pg.3

legenda Con i penati Dei ciascun si parte

legenda Una passeggiata per salute della Signora

legenda La tomba di Carlo Palagi

legenda Proclama alla gioventù

Estratti da L'Ingenuo

foto